Spunti e Virgole | trend
62
archive,tag,tag-trend,tag-62,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Plywood Kitchen

Ad affiancare le ormai note cucine nere, trend di cui abbiamo già parlato e che continuerà ad essere di grande tendenza anche per tutto il prossimo anno, ci sono le cucine in legno multistrato.
Questo materiale, formato da strati di legno, diventa oggi protagonista di arredi e cucine dal carattere sostenibile; è il momento di aprire le nostre case a colori semplici, manteriali resistenti ma naturali e un’attenzione particolare verso tecniche di produzione rispettose dell’ambiente.

Già visto in moltissimi allestimenti e progetti, sia come arredo fisso che mobile, siamo finalmente pronti a portare nelle nostre abitazioni le cucine in plywood, una valida alternative a quelle più banali in legno che già conosciamo.
Non fatevi spaventare dall’apparenza, contrariamente a quanto sembri questo solido legno compensato è spesso già utilizzato nella struttura interna delle cucine in commercio, ora solo contraddistinto da un rivestimento trasparente e leggero che permetterà di trattarlo come una qualunque superficie lavabile.
Disponibile in differenti essenze, la tendenza del momento lo vuole in betulla, conosciuto per la dolcezza del colore chiaro ma ricco di riflessi rosati. Abbinato e alternato a colori o semplicemente arricchito da maniglie e piani di lavoro, scopriamo insieme alcune delle infinite possibilità che può offrire questa soluzione.

 

1. TOTAL LOOK PLYWOOD

Esageriamo? In questa variante il materiale plywood invade completamente la cucina, caratterizzando sia antine che pareti.

Plywood_2e1

 

2. PIANO DI LAVORO IN MARMO

Non è ancora il momento di abbandonare la marble mania. Il piano di lavoro in marmo è perfetto anche sulla cucina in plywood!

Plywood_4e3

 

3. PIANO DI LAVORO E PARASCHIZZI BIANCO

Il piano di lavoro con paraschizzi bianco è sicuramente la scelta giusta per i meno audaci. Con il bianco non si sbaglia mai ed è perfetto anche con le cucine in plywood.

Plywood_5e6

 

4. PLYWOOD A BLOCCHI

Tra le mie varianti preferite c’è sicuramente quella di spezzare e alternare le ante in plywood con altre colorate o bianche. Ne risulta una cucina dinamica, divertente e leggera grazie ai blocchi differenti.

Plywood_7e8

 

5. PIANO E PARASCHIZZI IN ACCIAIO

Il contrasto tra questi due materiali sembra fatto per incontrarsi in una cucina dall’aspetto industriale ma sofisticato.

Plywood_11

 

6. PARETE PARASCHIZZI ATTREZZATA IN PLYWOOD

A comporre la cucina non sono per forza i mobili contenitori, anche la parete (in questo caso in plywood) può essere sfruttata per appoggiare o appendere a vista una buona parte delle stoviglie. Sicuramente la mia soluzione preferita. 😛

Plywood_9e10

 

6. CUCINA, MOBILE E MOLTO ALTRO

Uniformare gli spazi con una struttura contenitiva è la soluzione giusta per dividere quelli più ampi o riordinare quelli più piccoli. La trendenza lo vuole così, funzionale e protagonista!

Plywood_12e13

Questo materiale ha cominciato a farsi strada in soluzioni contemporanee sempre diverse e personalizzate, raggiungendo ogni stanza della casa con risultati sempre nuovi. Se come me ne siete rimasti conquistati, vi aspetto prossimamente per un home tour piccolo piccolo che ha fatto del plywood il tema conduttore di tutta la casa! 🙂

Continue Reading

Colore del 2018: HEART WOOD

Heart-Wood_Barra

Un altro anno è passato e AkzoNobel, come sempre puntualissimo, ha finalmente risposto alla nostra, ormai incontenibile, curiosità in fatto di tendenze per il 2018. Si tratta di un rosa/malva, un colore avvolgente che ricorda, proprio come ci suggerisce il nome stesso, le sfumature calde del legno. Capace di riscaldare subito l’atmosfera e di conferire allo spazio sensazioni di sicurezza e leggerezza, questa tonalità intensa e allo stesso tempo neutra, grazie all’importante presenza del grigio, si combina e trasforma in un gioco di riflessi sempre diversi a seconda dei colori e dei materiali a cui si affianca. Entra così nelle nostre case Heart Wood.

Ma per capire meglio il significato del lavoro che si nasconde dietro questo colore, ascoltiamo le parole di Heleen Van Gent, Direttore Creativo presso il Global Aesthetic Center dell’azienda.
“La nostra casa deve essere un luogo in cui possiamo abbassare il volume del rumore, in cui possiamo nutrire i nostri valori e ricaricarci. Il colore può svolgere un ruolo significativo nell’affrontare l’equilibrio tra il clamore esterno e la calma interiore.”

Heart-Wood_1

Heart-Wood_2

Heart-Wood_3

Heart-Wood_4

Dopo lunghi e approfonditi studi, il team di esperti ha infatti valutato come questo rosa contemporaneo e adulto si adoperi a ripristinare un’armonia casalinga rilassata e confortevole; trascinati dai ritmi frenetici della vita, troppo spesso dimentichiamo che per trasformare una semplice abitazione nel nostro personale santuario ci basta saper chiudere la porta e lasciare fuori il mondo esterno. Heart Wood nasce così, con l’intento mirato di catturare l’umore del momento, ovvero l’insostituibile necessità di ritagliarsi uno spazio e rallentare.

Misurato e abbinato a quelli che sono gli arredi e i materiali di tendenza, trova la sua perfetta armonia cromatica e tattile con la pelle e il legno naturale da cui, tra l’altro, prende inspirazione. Io ci aggiungerei anche un grande tappeto in iuta e qualche dettaglio in rame e marmo!
Ma non è tutto, per aiutarci a creare una casa unica e armoniosa, AkzoNobel costruisce attorno al colore protagonista del prossimo anno quattro palette complementari a cui abbinarlo.

Palette_Heart-Wood

The Heart Wood Home

“La palette Heart Wood Home riflette i colori naturali del cuoio e del legno a cui Heart Wood si ispira, con il cacao morbido che scorre verso toni più sfumati di blu e viola.”

Heart-Wood-Home_1

Heart-Wood-Home_2

Heart-Wood-Home_3


The Comforting Home

“Le palette Comforting incoraggiano il rinnovamento e il riequilibrio interiore – i toni della terra trasmettono un senso di comfort, mentre l’argilla e il rosa aiutano a calmare la mente e lenire i sensi.”

The-Comforting-Home_1

Comforting-Home_3

The-Comforting-Home_2


The Inviting Home

“La palette colori Inviting Home è ideale per coloro che cercano di creare legami forti con le persone davvero importanti. Le sfumature del blu favoriscono un approccio limpido e chiaro alla vita, mentre la leggerezza dei colori neutri e del verde-acqua sostengono il bisogno di relazione.”

Inviting-Home_1

Inviting-Home_3

The-Inviting-Home_2


The Playful Home

“Con la palette colori Playful Home si crea un ambiente tonificante e pieno di vita. Il giallo, il verde in diverse tonalità e l’oro accendono le sinapsi e incoraggiano ad avere un approccio creativo alla vita.”

Playful-Home_1

Playful-Home_2

Playful-Home_3

Tranne la 2 di “Heart Wood Home”, la 3 di “Comforting Home” e la 1, 4 e 5 di “Inviting Home”, tutte le altre fotografie sono di ColorFuture

 

Siete già pronti al cambiamento? Allora rivolgetevi al rivenditore Sikkens più vicino con il codice B5.05.52 e portate a casa il vostro Heart Wood con cui potrete ridipingere le pareti e perchè no, anche qualche vecchio mobile bisognoso di restyling.
E se l’idea di tirare i fuori rulli e pennelli non vi piace, osate con un divano e qualche accessorio in tinta, il risultato sarà altrettanto efficace! 🙂

Heart-Wood_List

1. Poster 50×70 di Ferm Living / 2. Vaso di Ferm Living / 3. Divano Cobble Hill di Nolita Sofa

Heart-Wood_Barra2

Continue Reading

Black Kitchen

Per chi ama cucinare e trascorrere tempo tra i fornelli, una piccola cucina può diventare un tarlo che giorno dopo giorno consuma la propria passione. Questo non è ancora il mio caso, cucinare mi piace moltissimo si, ma la mia abilità può ancora essere contenuta nel minuscolo piano di lavoro presente nella piccola casa.
Quando invitiamo amici a cena, che non possono mai essere più di due (per questioni di spazio), diventa a volte complicato, ma per fortuna la vicinanza con il tavolo mi consente di usarlo come appoggio ausiliare; ovviamente questo include dover riordinare e pulire tutto subito, lavoraccio che visto sotto un’altra luce, prima o poi andrebbe comunque fatto!
Al di là delle dimensioni, immaginando la cucina ideale, fantastico su colori e combinazioni e mai tra queste avrei pensato potesse esserci una cucina nera. Il nero è un colore che non stanca, bellissimo su ogni superficie in cui si posa, sobrio ed elegante – più in generale il colore perfetto e la vera tendenza del momento in fatto di case, ve lo dimostra il fatto che anche un colosso come IKEA abbia lanciato l’uscita di una cucina nera per il prossimo Aprile/Maggio.
(Se la curiosità di attanaglia eccovene un assaggio qui sotto. 😛 )

Ikea_Black

Capisco non sia una cucina d’ispirazione adatta a tutti, tuttavia ci sono dei piccoli accorgimenti che vi consiglio di considerare se intendete farla vostra:
– Minimizzate tutto ad uno o massimo due colori (anche negli accessori), prediligendo se potete, l’utilizzo di tonalità poco sature e luminose.
– Fate molta attenzione al pavimento, l’ideale sarebbe che anche in questo caso il colore fosse neutro e visibilmente più chiaro rispetto alla cucina.
– Stessa nozione vale anche per i muri intorno. Immaginate questa cucina o la parete in cui la collocate come ad una macchiolina d’inchiostro su un foglio di carta, compatta e nettamente in contrasto rispetto al resto.
– Assicuratevi che questa decisione non incupisca troppo il resto della casa. L’esposizione al sole dell’appartamento o la presenza di una finestra nelle immediate vicinanze potrebbe diventare fondamentale.
Per il resto lasciatevi andare con la scelta della rubinetteria, bellissima sia nera che oro/argento, o con la scelta delle maniglie “ton sur ton” che possono esserci come no, a vostra preferenza.
E se ancora non siete soddisfatti, eccovi di seguito una piccola selezione di immagini per trovare la strada a voi più vicina!

1) Paraschizzi nero
Come dicevo prima, potete mimetizzare la cucina nella parete in cui la collocate, scegliendo come rivestimento paraschizzi una pannellatura o delle piastrelle dello stesso colore. L’effetto sarà incredibile!

Black_Kitchen_Black

Black_Kitchen_Black_2

2) Muro bianco
Oppure, come nella mia soluzione preferita, scegliendo di non usare assolutamente nulla come rivestimento paraschizzi, se non ovviamente l’indispensabile vernice lavabile. Bella, vero?!

Black_Kitchen_White

3) Piano di lavoro in legno
Altrimenti alleggerendo il nero con il legno, perfetto per il piano di lavoro e abbinato a ripiani e accessori da cucina. Per chi ancora non è pronto alla totalità di questo colore!

Black_Kitchen_Wood

4) Come un arredo mobile
Ideale per una casa un pochino più piccola o con un unico spazio aperto, sembra un vero e proprio oggetto d’arredo.
Dislocata in più punti o appoggiata ad una parete che, facendoci dimenticare gli scomodi collegamenti che la rendono un arredo fisso, ci da l’idea di poterla spostare ogni qualvolta vogliamo. Perfetta per i più audaci!

Black_KItchen_Design

Avete scelto la vostra preferita? 🙂

Continue Reading

Details: le maniglie in pelle

Per molti di noi la casa dei sogni è una vera e propria conquista, fatta di grandi o piccoli desideri che nel tempo ci fanno raggiungere i traguardi desiderati. Spesso siamo costretti a stare in una casa piena di difetti che cerchiamo di mascherare per riuscire a tollerarne meglio gli spazi e, molte volte, per quanto impegno e volontà ci si metta, siamo limitati da contratti d’affitto o dimensioni ridotte.
Come più volte detto, quest’anno sarà il secondo anno che vivo con Andrea in questa minuscola casa e nonostante i suoi infiniti difetti, è cresciuta moltissimo dandomi anche tantissime soddisfazioni. Forse la casa perfetta non esiste, ma esiste la capacità di rendere unica la propria casa!
Partendo dal presupposto che con una casa in affitto i grandi cambiamenti sono esclusi, conviene quindi accettare velocemente che i rivestimenti non si possono cambiare, perciò rassegnatevi al vostro pavimento e piastrelle della cucina o bagno, quelle sono e quelle rimarranno (a meno che non siate disperati al punto da chiedere l’approvazione del padrone di casa e intendiate accollarvi l’intera o parziale spesa).
Ma non disperate, la casa è piena di insidie nascoste e punti che potrete valorizzare nel tempo, il lavoro non è mai finito e ci si può sempre migliorare, raggiungendo con la giusta calma incredibili risultati.

Abbiamo già ampiamente affrontato il discorso piante (e non crediate che su quelle io abbia finito) e una piccola parte di quel vasto mondo dedicato alla decorazione, parlando del mio amore per la biancheria e in particolare di come ormai non si possa fare a meno di un ampio copripiumino in lino nelle proprie camere da letto. Ricordate? Ve ne parlavo qui. Tra l’altro io sto ancora cercando quello perfetto per me!
Bene, oggi voglio parlarvi di un altro incredibile trend, qualcosa che a molti sembrerà insignificante e trascurabile quando, invece, sono proprio i piccoli dettagli a creare la giusta armonia nello spazio. Parliamo di maniglie ovviamente, si proprio loro, presenti in cucina, bagno e perfino nella camera da letto… sono un po’ ovunque e troppo spesso banali e di poco carattere. Conoscere il problema? Per chi non ama le ante dei propri armadi, ovunque essi siano, esistono un numero molto vasto di pomelli e maniglie che potrebbero farvi cambiare idea e tra queste emergono, facendosi spazio nel web, quelle in cuoio.

5e6

3e4

Calde al tatto e dalla forte personalità, più le userete e più saranno belle, tirando fuori con l’usura la loro essenza naturale.
Potrete scegliere tra diverse tonalità, dalla pelle più scura fino a quella più chiara e meno trattata, passando anche da alcuni colori che, a mio parere, fanno perdere lo spirito di questo materiale; lo stesso vale per le borchie, disponibili in argento, oro e nero. Etsy, come sempre, offre la possibilità di personalizzarle secondo il proprio gusto e secondo le proprie esigenze, realizzandole anche su misura: tra i vari rivenditori vi suggerisco LeatherEU.
Se l’idea vi alletta e state prendendo in considerazione l’ipotesi di un piccolo restyling, vi lascio qualche immagine con gli accostamenti che preferisco! 🙂

7e8

 

Continue Reading