Spunti e Virgole | Interior
493
archive,tag,tag-interior,tag-493,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

YOU KNOW | Fumi Koike

Seconda tappa di questa rubrica che ci porta a scoprire il mondo degli interni attraverso gli occhi degli artisti.
Oggi voglio presentarvi Fumi Koike, illustratrice giapponese nata a Fukuoka e laureata a Tokyo. Le sue illustrazioni sono raccolte minuziose di istanti che ci accompagnano nel suo universo in punta di piedi.
Una ricerca espressa con grosse pennellate materiche per rappresentare le emozioni ed i percorsi sensoriali conquistati nel corso della sua vita.

Cucinare per chi si ama, le giornate invernali trascorse a letto e la propria scrivania per ricordarci che bastano pochi gesti e piccole attenzioni per riuscire a toccare ogni giorno un po’ di felicità. Iniziare la giornata con una lenta colazione, ad esempio, o lasciare che il nostro animale domestico dorma con noi, sapersi concedere una pausa e imparare a cogliere il bello di ogni stagione.

È facile immedesimarsi in queste immagini o sentirsi a casa in questi spazi, così accoglienti e silensiozi.
Le uniche persone presenti nei disegni sono di spalle, anonimi personaggi di una storia che potremmo interpretare anche noi – un modo curioso di partecipare alla quotidianità dell’artista.

Le sue illustrazioni, semplici e nostalgiche nell’uso del colore, sono già da tempo entrate nella piccola casa con un sottile libro dalla copertina gialla. Con il nome di “Dog and morning” quella manciata di pagine è stata più volte rifugio da pensieri negativi ed esempio per comprendere meglio il lato positivo di ogni giornata, anche quelle più complicate che sembrano mettere a dura prova il nostro sistema nervoso o peggio, il nostro umore.

Illustrazioni di Fumi Koike

Tornerò presto su quelle pagine che non sfoglio da un po’ ma, nel frattempo, spero di essere riuscita a trasmettervi una parte della mia passione per le illustrazioni, in particolare le sue.

Continue Reading

La “casa” sono io

Erano più di 4 mesi che non passavo di qui e solo ora che sono lontana dalla piccola casa, ho messo a fuoco quanto lo spazio che ci si crea intorno sia fatto solo in parte da oggetti, ma soprattutto da persone, da emozioni e sentimenti.
Ciò che è mancato a quell’ambiente, e anche a questo blog, era la passione e l’entusiasmo che ho impiegato nel costruire questa rete sottile di contatti, in alcuni casi affetti e di percezioni.

Non sempre si è in grado di vedere nitidamente ciò che si vuole e a volte si ha bisogno della distanza per metterlo di nuovo a fuoco e sentirne la mancanza.

Questo spazio online è nato per esprimermi, in un momento non proprio felice della mia vita in cui mancavano le conferme e dovevo fare ordine alle mie idee ed incamminarmi – solo incamminarmi.
Sono passati due anni e mezzo da quando è nato questo progetto, sintesi di un grande amore e solstizio di moltissimi ed interessanti nuovi propositi.
Succede però che ogni tanto ci si perda, che sopraggiunga la paura e qualche volta si abbandoni ciò che più ci faceva stare bene; ma non è troppo tardi per ricominciare da dove avevo interrotto e ritrovare qui tra queste pagine virtuali un pezzetto di me che mi piace e che piacerà anche a voi.

Ricomincio parlandovi di me, che sono sempre rimasta una macchiolina tra queste righe, perchè conoscerci meglio aiuterà ad avvicinarci. Un po’ mi avrete capita, ne sono sicura, perchè in ogni articolo condividevo una parte di me importante! 😉

La “piccola casa” è la mia prima vera casa, il luogo in cui è nato tutto, il bacino in cui fluiscono molte delle cose che mi piacciono. Lì ho imbiancato, smontato, montato ma soprattutto spostato; ed è proprio lì che mi occupo delle mie piante, accarezzo il mio gatto e amo.
Quella casa, che adoro ma che tanto mi tormenta, è la tela su cui sperimento. Piccola e piena di oggetti, a volte comprati per il gusto di farlo ed altre per necessità (poche). Quella piccola casa, forse ormai troppo piccola, è finita per diventare un estensione di me – in poche parole: quella casa sono io.
Ho investito in quei 44 mq tempo ed energie, condividendo con voi i piccoli cambiamenti, la luce e le stagioni. Forse ho investito troppo, l’entusiasmo con il tempo è calato per mancanza di curiosità verso quello che c’era fuori e alla fine quella casa è diventata la prigione dei miei pensieri.
Non me ne faccio una colpa, a volte l’insoddisfazione porta all’attesa e da un’attesa statica nasce la frustrazione. L’importante è avere la forza di ripartire, non temere il giudizio troppo duro di se stessi e rifugiarsi in ciò che più ci piace.

Oggi, 19.02.2019, riparto proprio da qui (segnatevelo eh!). A presto!

 

Continue Reading

ferm LIVING 2018

Finalmente parliamo del nuovo catalogo di ferm LIVING per il 2018.
Il nuovo anno è cominciato da due mesi ma molti dei nuovi prodotti sono stati messi online sul loro shop online solo nel corso di Febbraio.
Come per ogni collezione, il marchio danese anticipa e promuove ogni grande tendenza, sia in fatto di colori che materiali, definendo i cambiamenti che stagione dopo stagione portano agli inevitabili mutamenti delle nostre case. Oltre agli oggetti dal design già visto ma intramontabile, trovano spazio tra le pagine (virtuali e non) del loro book, le immagini dei pezzi sconosciuti della nuova collezione; le grandi novità oscillano, ma senza vacillare, dai piccoli accessori fino a raggiungere gli arredi più ingombranti, con l’attenzione inquivocabile che contraddistingue questo brand.

La casa ferm LIVING del 2018 perde un po’ di colore ma non il suo smalto. Molto si nasconde, in un gioco di sovrapposizioni che vede protagonisti colori in nuance (o talvolta uguali); emergono solo piccoli accessori, neri, che come segni grafici si disegnano astratti sulla parete. La visione futura e pragmatica dell’abitazione è questa, tutto il resto è noia!


Fotografie di ferm LIVING

Continue Reading