Spunti e Virgole | Apartment
484
archive,tag,tag-apartment,tag-484,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Una casa-studio nel cuore di Bordeaux

Torno dopo molto tempo sul blog per parlarvi di Sabine, una blogger e fotografa di Bordeaux, in Francia. Il suo diario e portfolio online si chiama Miss-etc e raccoglie, oltre alle sue fotografie, idee di styling, collaborazioni e resoconti dei suoi viaggi.

Recentemente ha ristrutturato e allestito una casa nel cuore della sua città, creando uno spazio multifunzionale e flessibile. Perfetto come ufficio e come studio fotografico, questo appartamento è luminoso, caldo e comodissimo per chi volesse visitare la città. Ebbene si, avete sentito bene, questa chicca può diventare il vostro alloggio durante un soggiorno a Bordeaux. Pochi metri quadrati di assoluta bellezza e semplicità – che dite, entriamo?

Una scatola bianca che si apre sulla città attraverso le alte finestre; solo pochi accenti di colore dati dalle piante e da alcuni pezzi d’arredo che, come segni grafici, disegnano puntualmente questo ambiente neutro.
Un altro punto pieno in questo spazio multifunzionale è la bellissima cucina rosa che, affacciandosi sul resto dello studio, trasforma un banale e piccolo angolo cottura nel punto focale della casa. Un altro manifesto di come, se usata sapientemente, questa tonalità pastello sia perfetta anche in cucina.
(ve ne avevo già parlato nel mio primo articolo per CASAfacile, ricordate?!)

Ma continuiamo questo home tour delle meraviglie salendo la scaletta a pioli in legno e raggiungendo la camera da letto, ambiente di servizio marginale allo studio ma, visibile dal resto della casa e importante per rendere affittabile questo piccolo appartamento.
È uno spazio basso e non abitabile, curato nei minimi dettagli e perfetto per chi viene a visitare la città o non vuole rubare spazio importante alla zona di lavoro al piano di sotto. Il mobile su misura costeggia la parete di sinistra e funziona come base d’appoggio per la lampada e per riporre un libro o altri oggetti quando è il momento di dormire. Chiudono questo spazio il pavimento in legno e la parete color pesca utilizzata come testiera del materasso.

Anche il bagno, posizionato sotto il soppalco, si arricchisce di dettagli e scelte di tendenza senza perdere la sua efficace semplicità. Il tanto chiacchierato legno multistrato, infatti, diventa mobile di supporto per il lavello e anta dell’armadio.

È nata in me la curiosità di visitare Bordeaux dopo aver visto le fotografie della vacanza dell’anno scorso di mio papà ma, ora più che mai, è arrivato il momento di fare un salto in questa città della Francia. Venite anche voi?

Continue Reading

Un appartamento dark

Spazi dark per questo appartamento scandinavo che ha scelto come tema conduttore proprio il colore nero.
Vi ho presentato la stylist protagonista di questo progetto con il precedente post dedicato alle cucine, si tratta di Lotta Agaton, una talentuosa interior svedese che mi ha fatta rapiamente innamorare del suo lavoro.

Il nero, lo sappiamo, è uno dei colori cardine di questo 2018. Va usato senza paura, cominciando dalla biancheria da letto, passando per la tavola (piatti e posate nere sono protagoniste di moltissime nuove collezioni), ma soprattutto, come abbiamo già visto, con una cucina black o pitturando una o più pareti di casa.
Questa tonalità intensa e profonda è presente e predominante anche in ogni stanza di questa particolarissima abitazione svedese. Siete curiosi? Entriamo insieme.

Lo sfondo nero del muro si amalgama con tutto quello che gli si sovrappone in livelli. Mobili e oggetti sembrano emergere da questa macchia nera, illuminati e definiti solo dalla luce che entra dalla finestra e da un pavimento in legno più chiaro.

Unico accento di colore in questa casa mono-nota, le piante, rigogliose e vive in questo spazio silenzioso, e qualche raro elemento verde come, ad esempio, le bottiglie e la poltroncina nella camera da letto o la lampada smeraldo accanto al tavolo nella cucina.


Fotografie di Lotta Agaton

Un luogo che sembra uscito da un ricordo, polveroso e sfocato. Una casa che si muove nella penombra e vive attraverso punti luce, l’odore intenso della carta delle riviste e gli scricchiolii del parquet. Un appartamento misterioso che, come tutte le cose misteriose, affascina e stupisce chi l’osserva.

Chi l’ha detto che per essere accogliente una casa debba essere chiara?

Continue Reading