Spunti e Virgole | interior design e ispirazioni per la casa
37
home,paged,page-template,page-template-blog-centered,page-template-blog-centered-php,page,page-id-37,paged-14,page-paged-14,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
[rev_slider alias="blog-slider"]

Moodboard di Gennaio

Con l’arrivo di Gennaio le feste cominciano ad allontanarsi, ma l’inverno è ancora lungo e proprio in questi giorni le giornate si sono raffreddate moltissimo, consacrando il tempo in casa al caldo.
Prima di abitare a Lugano io, Andrea ed Agata abitavamo a 50 minuti dalla città, in un appartamento che tutt’ora appartiene a lui, a 1.150 metri di altitudine, in un paesino ai piedi delle montagne. Per quanto sia difficile immaginarlo (sopratutto per gli amici), abitare lì mi piaceva molto, non mi sentivo abbandonata a me stessa o così lontana dalla civiltà; la mattina aprendo la finestra potevo vedere alberi, montagne, distese di prati e il silenzio era incredibile! In estate la temperatura era P E R F E T T A (la prima estate che abbiamo trascorso qui nella piccola casa è stata davvero dura) e in inverno era bellissimo con la neve e gli alberi spolverati di bianco. Un po’ devo ammettere che mi manca, certo la mia vita qui mi piace moltissimo e posso far fronte ad ogni comodità, inoltre torniamo su spesso, non siamo così lontani e per motivi di spazio abbiamo moltissime cose lì, tra cui vestiti, cambi armadi e una lavanderia dove posso comodamente stendere e lavare.

Tutto questo sproloquio solo per dirvi che anche una cittadina come me può riscoprire la montagna e innamorarsi dei suoi colori e delle stelle, mamma mia come si vedono bene le stelle da lassù! Per me l’inverno è ancora legato a quei paesaggi, all’odore della stufa e a quella prima casa che io e Andrea con calma e pazienza abbiamo arredato e vissuto insieme come nostra. Per la prima moodboard dell’anno, in perfetto clima stagionale, voglio omaggiare un colore di grande tendenza, sia nella moda che nell’arredamento, una tonalità ispirata alla montagna e ai boschi, una sfumatura di verde che non ho sempre amato ma che sempre più di frequente trova spazio nei miei like di Pinterest. A voi piace? 🙂

forest_green_0

forest_green_1

forest_green_2

forest_green_3

forest_green_4

forest_green_5

Continue Reading

December Updates

Dicembre festoso, pieno di mercatini, lucine e candele bruciate. Dicembre di cotechini, marzapane e pandoro. Dicembre di sogni, Dicembre! Cos’altro aggiungere? Probabilmente il mio mese preferito; mi sembra ogni anno di tornare bambina, invece, sono adulta e Gennaio mi riporta con i piedi per terra, invitandomi a lavorare sul futuro (e per quello ci vuole costanza e bisogna cominciare quanto prima).

Ho esitato per molto tempo l’apertura di questo blog, non sapevo dove mi avrebbe portata con esattezza e forse ne temevo il fallimento, invece è stata indubbiamente la cosa migliore che potessi fare in questo 2016. Scrittura, ricerca, ispirazioni e interior styling non mi hanno allontanata della progettazione architettonica per cui ho tanto studiato, semplicemente mi hanno avvicinata ad un mondo collaterale che mi appassiona da molto prima dell’università. Aprirvi la mia casa, le mie idee, aprirle a me stessa soprattutto, questa sono io, combattuta ma combattente!
Insomma, un Dicembre che si chiude con entusiasmo e inaugura anche qui sul blog un nuovo anno di avventure e grandi propositi! 🙂

december_updates_1

december_updates_2

december_updates_3

Continue Reading

Capodanno in tavola

Le feste sono una vera e propria gara a staffetta e proprio quando uno pensa di essere uscito indenne dal thriller dei regali e dei pasti golosi ma strazianti, ecco che arriva come un treno la fatidica domanda: “cosa fai l’ultimo dell’anno?”
Anche per chi come me non ama il Capodanno, il modo migliore per trascorrerlo è sicuramente quello di organizzare una cena a casa con gli amici più vicini. Mangiare, chiacchierare e brindare al nuovo anno si rivelerà una scusa valida per darsi da fare in cucina e con la tavola, e sono certa che rispetto a qualunque altra proposta vi verrà fatta, lo sforzo verrà ripagato con una serata piacevole e indolore.
La mia carriera da organizzatrice di cene è molto breve e mi sento di scaricare la colpa in buona parte alla casa di Lugano che non si presta ad ospitare più di due persone. Ciò nonostante a Bologna, dove tavolo e spazio lo consentono, mi è capitato di organizzare diverse cene e una di queste fu proprio per Capodanno.
Quest’anno, a causa di un turno scomodo di Andrea a lavoro, saremo preda degli eventi e anche se coperta e divano sembrano essere la proposta più allettante, immagino che lasceremo la piccola casa per un brindisi a casa di amici.
E voi che programmi avete? Se siete ancora in tempo per recuperare la situazione, radunate tutti gli amici e affrettatevi con gli indispensabili per rendere la vostra apparecchiatura semplice ma festosa.
Fosse stato per me, non ci sarebbero stati dubbi, ghirlande, dettagli aromatici e candele come centrotavola; eccovi qualche esempio ben riuscito e Buon Anno!! 🙂

tavola_1

tavola_2

tavola_3

Continue Reading

Progetto DIY: la ghirlanda

La tanto acclamanata ghirlanda natalizia ha finalmente trovato il suo posto nella piccola casa.
Il progetto è molto semplice ma sicuramente efficace e davvero dolcissimo.
Per realizzarla non vi servirà che del cartoncino nero, dello spago (o del filo di lana – come preferite), colla stick e delle forbici o taglierino. Pronti a partire?

1e2

1) Trovate la forma di un alberello che vi piace. Io ho usato la formina dei biscotti che mi ha semplificato di un pochino il lavoro e…mettetevi al lavoro con il ricalco. Se l’effetto che desiderate somiglia a quello che ho voluto io, calcolate tra un alberello e l’altro 15 cm, tranne nella parte iniziale e finale dove ho lasciato 20 cm.

2) Per quanto riguarda la lunghezza della ghirlanda, bhè prendete lo spago e calcolate la misura posizionandolo nel punto in cui vorrete mettere la ghirlanda, in questo modo avrete anche un idea di quanti alberelli vi serviranno, evitando di tagliarne in eccesso (dopo il quarto, tagliarli non sarà più così divertente).

3) Se tutti i cantoncini ritagliati sono pronti, non vi resta che incollarli alla corda. Usate una striscia dello stesso cartoncino nero che taglierete a rettangolini per fissare meglio lo spago incollato dietro all’alberello. In sostanza la corda sarà incollata e tenuta ferma con la colla tra la parte alta dell’albero e il rettangolino ricavato dalla strisciolina di larghezza 0.5 cm.
Potete anche non usare il cartoncino di fissaggio dietro, ma questo eviterà che gli alberelli di stacchino facilmente dalla ghirlanda.

4) Ora non vi resta che lasciarla asciugare una decina di minuti dalla colla (nel mentre mettetevi su un tè) e appenderla nel punto che avevate pensato per lei. Le variabili per questa ghirlanda sono infinite, forme, colori, abbinamenti, decorandole o disegnandoci sopra… potete davvero sbizzarrirvi!

2e4

E approposito di alberelli, la prima infornata natalizia di brownies è pronta. Corro ad infornare il secondo round! 🙂

Continue Reading

Il Natale di House Doctor

Oggi voglio presentarvi il marchio danese House Doctor, un marchio che ho scoperto qualche anno fa per caso nello shop del Vitra e di cui mi sono ovviamente subito innamorata. Nel tempo diversi articoli sono entrati nella piccola case e tanti altri spero che faranno presto parte della famiglia; lo stile è quello inconfondibile scandinavo che tanto mi piace e che, nella sua semplicità, riesce a sposarsi bene praticamente con tutto.
House Doctor è davvero la medicina per ogni casa (e non solo), un design accattivante e alla portata di tutti, che ha come unico effetto collaterale la dipendenza. Sono sicura che dopo averlo scoperto non potrete fare a meno di aggiornare immediatamente la vostra lista dei desideri! 😀

Ho deciso di parlarvene solo ora perché un ampio capitolo del catalogo, presente sul sito, riguarda proprio il Natale. Troverete davvero moltissimi spunti per decorare la vostra casa e la vostra tavola, contribuendo così a rendere ancora più magici questi ultimi giorni prima che l’incanto cominci a svanire.
Per i ritardatari e aspiranti creativi come me, anche tantissime idee DIY da copiare; vi eviteranno la frustrazione di incappare negli acquisti frettolosi e pericolosi dell’ultimo minuto. Insomma, un modo alternativo per chiudersi in casa quando fuori fa freddo e riunire amici o familiari attorno ad un tavolo con forbici e colla alla mano – mi raccomando non dimenticate tè e biscotti!
Vi lascio qui sotto alcune immagini del catalogo. Buona visione! 🙂

3e4

5e6

7e8

11e12

9e10

13e14

15e16

17e18

Continue Reading

Moodboard di Dicembre

Per la moodboard di Dicembre tante ispirazioni natalizie per decorare la casa, con un tema a me quest’anno molto vicino: poco colore ma tanto calore!
Per me le feste sono anche questo, non solo sfarzo e luccichio ma anche atmosfera (luci, lucine, candele e certamente il profumo dei biscotti nel forno), cioccolata in tazza e decorazioni create su misura per il proprio piccolo o grande rifugio. Ognuno di noi sotto le feste trova la propria dimensione, ogni abitazione accoglie i propri addobbi e poi ci sono io, a cui gli addobbi piacciono tutti, soprattutto se allestiti con amore.
Come vi avevo accennato nel precedente post, sono abituata ad addobbi tutt’altro che sobri nella casa di Bologna, ogni anno io e mia mamma ce ne studiamo una per complicarci la vita e farci travolgere dalle feste (quest’anno è stato il turno dello sfavillante albero bianco di 2 metri e 40), ma devo ammettere che la dimensione del living si presta molto meglio a questo tipo di eccessi, mentre nella piccola casa di Lugano lo spazio è davvero ridotto e il rischio di esagerare è sempre in agguato.
Nonostante sia il secondo Natale che io e Andrea trascorriamo in quella casa, lo scorso anno ci eravamo tristemente limitati ad una sola ghirlanda fuori dalla porta, così per non ripetermi in quell’errore, sono ormai giorni che pianifico in maniera oculata dove e come far entrare le feste anche lì; si parla di pochissimi interventi, per lo più punti luce, abolito l’albero per il gatto e, dopo molta indecisione, abolito anche il colore. Insomma, un Natale sobrio e compatto, il colore nero come cornice al calore del legno e della corda e l’immancabile grigio chiaro che tanto amiamo nella piccola casa.
Non vedo l’ora di mostrarvi i risultati!

0a36d860a9c723fdf8594472681e2c52

2

4

6

7

Continue Reading