Spunti e Virgole | interior design e ispirazioni per la casa
37
home,paged,page-template,page-template-blog-centered,page-template-blog-centered-php,page,page-id-37,paged-13,page-paged-13,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
[rev_slider alias="blog-slider"]

Capodanno in tavola

Le feste sono una vera e propria gara a staffetta e proprio quando uno pensa di essere uscito indenne dal thriller dei regali e dei pasti golosi ma strazianti, ecco che arriva come un treno la fatidica domanda: “cosa fai l’ultimo dell’anno?”
Anche per chi come me non ama il Capodanno, il modo migliore per trascorrerlo è sicuramente quello di organizzare una cena a casa con gli amici più vicini. Mangiare, chiacchierare e brindare al nuovo anno si rivelerà una scusa valida per darsi da fare in cucina e con la tavola, e sono certa che rispetto a qualunque altra proposta vi verrà fatta, lo sforzo verrà ripagato con una serata piacevole e indolore.
La mia carriera da organizzatrice di cene è molto breve e mi sento di scaricare la colpa in buona parte alla casa di Lugano che non si presta ad ospitare più di due persone. Ciò nonostante a Bologna, dove tavolo e spazio lo consentono, mi è capitato di organizzare diverse cene e una di queste fu proprio per Capodanno.
Quest’anno, a causa di un turno scomodo di Andrea a lavoro, saremo preda degli eventi e anche se coperta e divano sembrano essere la proposta più allettante, immagino che lasceremo la piccola casa per un brindisi a casa di amici.
E voi che programmi avete? Se siete ancora in tempo per recuperare la situazione, radunate tutti gli amici e affrettatevi con gli indispensabili per rendere la vostra apparecchiatura semplice ma festosa.
Fosse stato per me, non ci sarebbero stati dubbi, ghirlande, dettagli aromatici e candele come centrotavola; eccovi qualche esempio ben riuscito e Buon Anno!! 🙂

tavola_1

tavola_2

tavola_3

Continue Reading

Progetto DIY: la ghirlanda

La tanto acclamanata ghirlanda natalizia ha finalmente trovato il suo posto nella piccola casa.
Il progetto è molto semplice ma sicuramente efficace e davvero dolcissimo.
Per realizzarla non vi servirà che del cartoncino nero, dello spago (o del filo di lana – come preferite), colla stick e delle forbici o taglierino. Pronti a partire?

1e2

1) Trovate la forma di un alberello che vi piace. Io ho usato la formina dei biscotti che mi ha semplificato di un pochino il lavoro e…mettetevi al lavoro con il ricalco. Se l’effetto che desiderate somiglia a quello che ho voluto io, calcolate tra un alberello e l’altro 15 cm, tranne nella parte iniziale e finale dove ho lasciato 20 cm.

2) Per quanto riguarda la lunghezza della ghirlanda, bhè prendete lo spago e calcolate la misura posizionandolo nel punto in cui vorrete mettere la ghirlanda, in questo modo avrete anche un idea di quanti alberelli vi serviranno, evitando di tagliarne in eccesso (dopo il quarto, tagliarli non sarà più così divertente).

3) Se tutti i cantoncini ritagliati sono pronti, non vi resta che incollarli alla corda. Usate una striscia dello stesso cartoncino nero che taglierete a rettangolini per fissare meglio lo spago incollato dietro all’alberello. In sostanza la corda sarà incollata e tenuta ferma con la colla tra la parte alta dell’albero e il rettangolino ricavato dalla strisciolina di larghezza 0.5 cm.
Potete anche non usare il cartoncino di fissaggio dietro, ma questo eviterà che gli alberelli di stacchino facilmente dalla ghirlanda.

4) Ora non vi resta che lasciarla asciugare una decina di minuti dalla colla (nel mentre mettetevi su un tè) e appenderla nel punto che avevate pensato per lei. Le variabili per questa ghirlanda sono infinite, forme, colori, abbinamenti, decorandole o disegnandoci sopra… potete davvero sbizzarrirvi!

2e4

E approposito di alberelli, la prima infornata natalizia di brownies è pronta. Corro ad infornare il secondo round! 🙂

Continue Reading

Il Natale di House Doctor

Oggi voglio presentarvi il marchio danese House Doctor, un marchio che ho scoperto qualche anno fa per caso nello shop del Vitra e di cui mi sono ovviamente subito innamorata. Nel tempo diversi articoli sono entrati nella piccola case e tanti altri spero che faranno presto parte della famiglia; lo stile è quello inconfondibile scandinavo che tanto mi piace e che, nella sua semplicità, riesce a sposarsi bene praticamente con tutto.
House Doctor è davvero la medicina per ogni casa (e non solo), un design accattivante e alla portata di tutti, che ha come unico effetto collaterale la dipendenza. Sono sicura che dopo averlo scoperto non potrete fare a meno di aggiornare immediatamente la vostra lista dei desideri! 😀

Ho deciso di parlarvene solo ora perché un ampio capitolo del catalogo, presente sul sito, riguarda proprio il Natale. Troverete davvero moltissimi spunti per decorare la vostra casa e la vostra tavola, contribuendo così a rendere ancora più magici questi ultimi giorni prima che l’incanto cominci a svanire.
Per i ritardatari e aspiranti creativi come me, anche tantissime idee DIY da copiare; vi eviteranno la frustrazione di incappare negli acquisti frettolosi e pericolosi dell’ultimo minuto. Insomma, un modo alternativo per chiudersi in casa quando fuori fa freddo e riunire amici o familiari attorno ad un tavolo con forbici e colla alla mano – mi raccomando non dimenticate tè e biscotti!
Vi lascio qui sotto alcune immagini del catalogo. Buona visione! 🙂

3e4

5e6

7e8

11e12

9e10

13e14

15e16

17e18

Continue Reading

Moodboard di Dicembre

Per la moodboard di Dicembre tante ispirazioni natalizie per decorare la casa, con un tema a me quest’anno molto vicino: poco colore ma tanto calore!
Per me le feste sono anche questo, non solo sfarzo e luccichio ma anche atmosfera (luci, lucine, candele e certamente il profumo dei biscotti nel forno), cioccolata in tazza e decorazioni create su misura per il proprio piccolo o grande rifugio. Ognuno di noi sotto le feste trova la propria dimensione, ogni abitazione accoglie i propri addobbi e poi ci sono io, a cui gli addobbi piacciono tutti, soprattutto se allestiti con amore.
Come vi avevo accennato nel precedente post, sono abituata ad addobbi tutt’altro che sobri nella casa di Bologna, ogni anno io e mia mamma ce ne studiamo una per complicarci la vita e farci travolgere dalle feste (quest’anno è stato il turno dello sfavillante albero bianco di 2 metri e 40), ma devo ammettere che la dimensione del living si presta molto meglio a questo tipo di eccessi, mentre nella piccola casa di Lugano lo spazio è davvero ridotto e il rischio di esagerare è sempre in agguato.
Nonostante sia il secondo Natale che io e Andrea trascorriamo in quella casa, lo scorso anno ci eravamo tristemente limitati ad una sola ghirlanda fuori dalla porta, così per non ripetermi in quell’errore, sono ormai giorni che pianifico in maniera oculata dove e come far entrare le feste anche lì; si parla di pochissimi interventi, per lo più punti luce, abolito l’albero per il gatto e, dopo molta indecisione, abolito anche il colore. Insomma, un Natale sobrio e compatto, il colore nero come cornice al calore del legno e della corda e l’immancabile grigio chiaro che tanto amiamo nella piccola casa.
Non vedo l’ora di mostrarvi i risultati!

0a36d860a9c723fdf8594472681e2c52

2

4

6

7

Continue Reading

November Updates

E con la bellezza di una settimana di ritardo, eccomi con gli updates di Novembre.
Vi chiedo scusa se ultimamente non sono molto presente, i giorni stanno volando velocissimi e sono a Bologna per problemi familiari che mi tengono spesso fuori casa.
Ovviamente il Natale mi sta passando accanto senza che io nemmeno me ne accorga, la piccola casa di Lugano è ancora scarna di addobbi ma ho moltissime idee per quando finalmente settimana prossima tornerò, non vedo l’ora!
Adoro questo periodo dell’anno, mi lega a tantissimi ricordi e tradizioni che anche crescendo continuo a rispettare (nel limite del possibile). Di solito mercatini, decorazioni, cioccolate calde o vin brulè e film a tema natalizio la fanno da padroni, ma ahimè quest’anno purtroppo è tutto slittato e sono in super ritardo.
Per prima cosa, appena mia mamma rientrerà a casa, provvederemo subito insieme ad addobbare la casa qui, abbiamo scelto per il secondo anno consecutivo di tirare fuori l’albero bianco e le decorazioni color pastello acquistate lo scorso anno da IKEA; in secondo luogo useremo dei fiocchi di neve fatti ad uncinetto per decorare le finestre e infine qualche simpatico e storico soprammobile che distribuiremo qua e là.
E voi come state decorando casa? Avete già cominciato? So che la tradizione vorrebbe che proprio in questi giorni si cominciasse, ma credo che il tempo sia troppo poco per non iniziare prima e godersi la propria casa in festa.
Prestissimo vi mostrerò e parlerò meglio delle idee che ho intenzione di adottare per la piccola casa, tutta un’altra storia rispetto a Bologna. Ho scelto colori naturali e neutri, una lanterna grigia chiara comprata la settimana scorsa durante una fuga all’IKEA e delle luci con palline in cotone dello stesso colore (che potrei anche decidere di lasciare dopo le feste), alcuni alberelli innevati faranno capolinea sul tavolo, mentre una stella intagliata nel legno atterrerà sulla porta d’ingresso; e per concludere, il progetto diy di questo Natale, una ghirlanda scovata su Pinterest che dovrò costruire con corda e cartoncino nero.

Tornando a noi, Novembre è sicuramente il mese che ogni anno scorre molto più veloce di quanto dovrebbe; se non ci fosse Instagram a ricordarmelo, potrei quasi dire di averlo saltato completamente. In quei giorni non sono riuscita nemmeno a leggere i miei giornali preferiti ma, per fortuna, mi sono dedicata molto alla cucina e ai dolci con risultati ottimi che vale proprio la pena di ricordare.
Ah, stavo per dimenticarmi, a Novembre è arrivato anche il nuovo comodissimo e bellissimo divano e ha fatto capolinea sulla libreria il vaso a cactus firmato Serax! Come dimenticarmene?

5e6

3e4

1e2

Per il momento direi che è tutto, non resta che tuffarmi in questo dicembre avanzato e lasciare che mi travolga! A presto 🙂

Continue Reading

33m² di puro amore

Prima di tutto, scusate l’assenza! Alcune commissioni mi hanno portata a prolungare la mia fuga bolognese.
Vi sembrerà che io stia trascurando il blog ma non temete, se anche non ho il tempo fisico per scrivere un nuovo articolo, tutto mi serve per raccogliere idee e materiale per i miei ritorni.

Oggi voglio parlarvi di una bellissima e minuscola casa, che in soli 33m² è riuscita a concentrare e centrifugare l’atmosfera scandinava a me tanto cara. Ovviamente il colore predominante è il bianco, arricchito da contrasti metallici e qualche dettaglio nero ammorbidito dal colore verde acqua, presente sulla parete della cucina nella sua variante più tenue e su cuscini e lampada della scrivania in toni più decisi e scuri.
Ad impreziosire il tutto ci sono ovviamente, udite udite, le piante! Elemento al quale non potrei mai fare a meno e che si ripresenta sempre nelle mie scelte per il blog. Nonostante non siano l’elemento centrale di questa mini-casa, diventano comunque importanti nei loro vasi o accuratamente appese, contribuendo così ad armonizzare l’appartamento.

Per chi come me vive in una piccola casa, sa quanto può essere difficile ottimizzarne lo spazio senza esagerare nel riempirlo. Spesso bisogna scendere a compromessi, tenendo sempre a mente le dimensioni o sostituendo e alternando oggetti tra loro. Insomma, vivere in una casa dalle misure ridotte finisce per diventare un vero e proprio state of mind, ovviamente con i suoi lati positivi, infatti, permette di raggiungere con pochi passi e con le giuste ed oculate decisioni uno spazio continuo e proporzionato.
In questo la piccola casa sta ancora lavorando ed è bello potermi confrontare con uno spazio dalle idee così chiare e dal gusto così deciso. Io ne sono totalmente innamorata e voi? 🙂

1

3

4-e-12

6

8-e-9

10

11

pianta

Continue Reading