Spunti e Virgole | interior design e ispirazioni per la casa
37
home,paged,page-template,page-template-blog-centered,page-template-blog-centered-php,page,page-id-37,paged-11,page-paged-11,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
[rev_slider alias="blog-slider"]

Fuorisalone 2017: IKEA FESTIVAL

IKEA FESTIVAL

La mia prima tappa per questo Fuorisalone 2017 non poteva che essere IKEA FESTIVAL – in Via Privata Giovanni Ventura, 14.
Protagonista assoluto a Ventura Lambrate è stato proprio questo magazzino di 3.500 mq in cui IKEA ha messo in gioco installazioni, set espositivi, incontri quotidiani, dimostrazioni degli studenti della rinomata scuola di design ECAL e infine l’esibizione dell’illustratore Kevin Lyons, il cui sostegno verso il colosso svedese è già ormai noto.
Uno spazio multifunzionale dove rilassarsi, giocare e divertirsi, oltre che ovviamente mangiare le famose polpette di carne. Un modo alternativo per presentare, in occasione della Milano Design Week, la futura e nuova collaborazione con Tom Dixon e HAY Design e sensibilizzare i visitatori con materiali ecologici e sistemi legati alle energie rinnovabili. Un grande living centrale, distese di piante, musica, lezioni di yoga, confronti con designer sulle case di oggi ed un piccolo shop dove acquistare serie limitate di accessori e libri.
Senza dubbio un allestimento che ha saputo coinvolgere adulti e bambini, trovando proprio in questa complicità con i visitatori la formula del suo successo.

IkeaFestival_1e2

In mezzo a questo parco delle meraviglie, gli allestimenti delle blogger e stylist scandinave Anna e Pella hanno attirato più di tutto il resto la mia attenzione. Una tavolozza di colori morbidi e caldi, ritmati da materiali naturali e tessuti che sembrano messi lì per essere toccati – legno, compensato, velluto, lino e ovviamente ceramiche e vasi in terracotta per ornare con le piante e dare ossigeno alla stanza. Uno spazio che racconta, attraverso piccoli dettagli e scelte sensibili, la storia di chi ci vive o vorrebbe viverci (io sicuramente!).
Se ancora non conoscete il profilo Instagram di Pella Hedeby, vi consiglio di dargli un occhiata, è favoloso!

IkeaFestival_3e4

IkeaFestival_5e6

IkeaFestival_7e8

IkeaFestival_9e10

Un nuovo successo per IKEA (avevamo dubbi?) che con incredibile abilità ha trasformato le nostre vite, portando nelle case tendenze e tecnologia, mettendo in discussione le abitudini e il tradizionale concetto di comfort.

Ogni anno l’asticella delle aspettative si alza ed eguagliare questo 2017 sarà un compito difficile; quello che ci riserveranno per il 2018 rimane ancora un mistero, ma per il momento godiamoci tutte queste novità e lasciamoci ispirare da ciò che ci hanno mostrato.

“Let’s make room for life”IKEA FESTIVAL LINE

 

Continue Reading

Un rifugio di soli 27m²

Ci vorrà ancora qualche giorno prima di potervi mostrare il materiale raccolto a questo Fuorisalone 2017, devo prima di tutto fare ordine nei miei pensieri e capire quale sistema adottare per potervi raccontare al meglio la mia esperienza a Milano.

Nel frattempo voglio però mostrarvi questa minuscola e meravigliosa casa di soli 27m² .
Come sempre la piccola casa ha tantissimo da imparare dalle abitazioni piccoline come lei, dove dettagli, scelte cromatiche e piccoli trucchi per tenerla in ordine sono assolutamente indispensabili.
Il rischio che si corre quando si ha una casa compatta, infatti, è proprio questo – lo spazio è sempre insufficiente e basta davvero pochissimo per darle un aspetto maldestramente disordinato. Ma per fortuna esistono moltissimi esempi da cui prendere ispirazione e a cui rubare qualche brillante idea. 😛
Questo gioiellino scandinavo, ad esempio, una tela bianca arricchita da sprizzi di colore e pezzi vintage che la rendono unica e a tratti retrò. Sintetizzabile in unico grande spazio, diviso solo dalla piccola zona d’ingresso e un bagno, ma con una cucina sorprendentemente ampia, perfetta per chi ama cucinare o non vuole rinunciare ad organizzare qualche cena in compagnia, e che diventa, assieme alla sala da pranzo, il fulcro centrale della casa.
La zona living, invece, frontale all’ingresso ed esattamente a metà tra la zona notte e la cucina, è delimitata da un tappeto persiano e comprende un piccolo divano color melanzana, arricchito da due cuscini color mattone e rosa cipria, tinte contrastanti ma che si amalgamano perfettamente tra loro e alla tinta calda del legno presente su tavolo, sedie e sui ripiani della libreria. Ma prima di uscire da qui, un’ultima punta di colore caratterizza questo spazio ed è data da una serie di supporti che, sfruttando la scanalatura del muro, permettono di disporre ed esporre quadri, vinili e libri; una scelta intelligente che consente di modificarne la disposizione in ogni momento, alternando tonalità più neutre ad altre più accese e già presenti in casa.

Tutto il resto non è che sfondo, si ammorbidisce di tinte chiare come il bianco e il grigio, gioca con i contrasti e mimetizzandosi infonde forza alle zone più conviviali di questo splendido, contenuto, rifugio.

MA1

MA2

MA3

MA4e5

MA6

MA7

MA8

MA9e10

MA11

Continue Reading

Moodboard di Aprile

Ci siamo, Aprile è ufficialmente iniziato e il Giappone che sembrava sempre così lontano e poi di colpo troppo vicino, è stato spostato a Maggio. Ricordate che sarei dovuta partire a metà di questo mese? Purtroppo la triste notizie ci è arrivata proprio in questi giorni come una secchiata di acqua gelida. Scusate quindi l’assenza giustificata ma sono giorni che incrociamo le dite sulle sorti di questo viaggio e corriamo per gli uffici statali; ma a quanto pare, contro l’inesorabile lentezza burocratica non si può fare proprio nulla, perciò non resta che attendere ancora un pochino per questa avventura nipponica. Non troppo per fortuna!
Tra l’altro questa è anche la settimana della design week e, per chi come me ha solo un giorno da dedicarle, pianificare i veloci e precisi spostamenti è fondamentale. Ci sono davvero tante cose da vedere e un sacco di stimoli di cui fare il pieno!
Spero per domani di potervi dire con più precisione quelle che saranno le mie fermate principali per questo 2017 e se possibile, nel mio piccolo, consigliarvi quelli che sono per me i passaggi più interessanti.

Mi auguro solo che superato l’ostacolo della riprogrammazione del viaggio e di questa design week, tutto riprenda un corso più lento e calmo e che la tensione accumulata negli ultimi giorni lasci spazio ad una maggiore serenità.
Intanto la primavera avanza ed è proprio il caso di cominciare a mettere via anche gli ultimi cappotti superstiti e i maglioni più grossi e pesanti. Non sono sicura di essere ancora pronta a mostrare le mie gambe pallide e quel colorito spento che accomuna un po’ tutti dopo il lungo inverno. Ma che belle le tinte pastello, i germogli che fioriscono sugli alberi  e tinteggiano le città di bianco, lilla e rosa, affiancati dal verde intenso e aspro dei prati e delle foglie. Adoro i colori morbidi della primavera, le finestre aperte e i lunghi e profondi riposini dopo pranzo 😛

Moodboard-di-Aprile

Continue Reading

March Updates

In questi giorni sto mettendo in atto le fatidiche pulizie di primavera – pulisco, ordino e sostituisco le vecchie cose rovinate, buttando anche tutto ciò che di superfluo si accumula nelle case (e si nasconde anche molto bene). Salgo e scendo da sedie e scaletta passando al setaccio ogni ripiano o credenza e, quando mi ritrovo lassù in piedi e in bilico, osservo l’appartamento da quel nuovo punto di vista e immagino i mille cambiamenti che potrei attuare (se solo tempo e soldi fossero infiniti). Questo è il bello delle prime giornate tiepide e soleggiate, proprio come nei vasi, germoglia in me la voglia di rinfrescare, rinnovare e ricomporre la piccola casa, con un clima che aiuta queste soddisfacenti e sostanziali fatiche.
Finalmente il tempo sembra essersi stabilizzato e le giornate ora sono lunghe, caldine e belle… ma questo Marzo ci ha fatto un sacco di sgambetti; io l’ho iniziato sulla neve che si scioglieva, poi è arrivata la grande nevicata domenicale mentre eravamo al calduccio nella casa in montagna, poi di nuovo sole e caldo ed infine, proprio la settimana scorsa, una lunga e deprimente rassegna di giorni grigi e piovosi. Ma al dì la di questo, adoro selezionare gli updates per il blog perchè aiutano anche me a ripercorrere tutto quello che ho fatto nel corso dell’ultimo mese e a rivivere qualche frazione di quei momenti.
Sicuramente non posso dimenticare la giornata con Andrea al Vitra Design Museum, il lungo post scritto per giorni sulla Hygge (e che spero vi sia piaciuto), i primi pomeriggi all’aperto con gli amici ed infine la visita al Mudec in un insolito martedì milanese.
Aprile cosa mi riserverà? Scopriamolo insieme nei prossimi 30 giorni! 🙂

Updates_March_1

Updates_March_2

Updates_March_3

Updates_March_4

Continue Reading

Monstera Mania

Monstera_wallpaper

Removable wallpaper di Floral Coloray

Da quando ho affrontato qui con voi l’argomento del triste conflitto tra le piante d’appartamento e Agata, alcuni di voi mi hanno confortata manifestando lo stesso spiacevole inconveniente nella propria casa. Vi ringrazio per il supporto e so che capite la spiacevole sensazione che si prova nel non poter inserire nel proprio living il tanto e bramato oggetto dei desideri!
Ma non disperate, a tutto si può trovare una soluzione ed io so essere un discreto e testardo capricorno quando mi ci metto. Proprio la settimana scorsa, infatti, mentre trascinavo mia mamma in giro per Bologna, e dopo aver pianto per l’ennesima volta sul capezzale di una Monstera avvistata al vivaio di fiducia, mi sono accorta di quanti accessori, decorazioni e stampe abbiano ormai come tema comunicante tra loro proprio le articolate e meravigliose foglie della nostra Deliciosa amica.

Per un sacco di tempo non ho fatto altro che lamentare con me stessa la mancanza di quella pianta, immaginandola già accanto al divano, bellissima e rigogliosa, poi per fortuna qualcuno mi ha detto: “Ma falle una foto ed incorniciala”. Ed io ho cominciato a pensare a quante volte l’avevo già vista rappresentare da illustratori e artisti su poster e piccoli quadretti, intagliata su borse, ricamata e perfino stampata su tessuti e ceramiche. Capisco non sia esattamente la stessa cosa che annaffiarla in un vaso di terra, ma qualche volta accontentarsi è ugualmente gratificante, non siete d’accordo?
Perciò appassionati e anche un po’ delusi come me, un giorno forse avremo anche noi il nostro momento di gloria, ma per il momento godiamoci le calde e affettuose fusa del gatto e consoliamoci approfittando del momento propizio per fare incetta di oggetti “monsterosi” nei negozi e online.
Siete pronti? Ho preparato per voi una lista che sono sicura riuscirà a sorprendervi. Alcuni di questi oggetti fanno ovviamente già parte della piccola casa, per tutti gli altri ci sto lavorando… 😛

Monstera_wishlist

1. Fine Little Day / 2. Maisons du Monde / 3. Tilissimo / 4. Virginie Millefiori / 5. This Way To The Circus / 6. Hermano Gato / 7. La Lisette / 8. Simple Geometry / 9. Eastern Biological

Continue Reading

TOGO By Michel Ducaroy

Oggi voglio parlarvi di una collezione senza tempo che ha fatto breccia nel mio cuore. Si tratta della serie di divani e poltrone firmata dal designer Michel Ducaroy per l’azienda produttrice ligne roset che, nel corso degli anni, ha saputo trasformare questa meraviglie in un autentici classici del design.
Nonostante gli anni e l’avanzare della tecnologia, la linea Togo ha mantenuto con saggezza e forza lo stesso sistema di produzione, gamma di colori (almeno i classici ed intramontabili grigi) e scelta di materiali; solo nel 2013, in occasione del quarantesimo compleanno è stata creata una seduta celebrativa a due posti che è tutt’ora possibile trovare  in vendita. La Togo Lounge, infatti, mantiene le caratteristiche delle altre sedute, confortevole e adatta ad un riposino pomeridiano o ad una serata pigra e rilassata, praticamente l’aggiunta discreta e perfetta alla già conclamata serie.

Togo_Sizes

Entrando più nel dettaglio vediamo che si tratta di una collezione non solo attraente ma anche invitante e comoda, grazie all’ergonomica struttura in schiuma a densità differenziata e al rivestimento trapuntato non rimovibile ma disponibile in tonalità che si adattano ad ogni gusto.
Il prezzo, come potrete immaginare, trattandosi di qualità e design, è indubbiamente superiore a quello del comodo ma semplice divano che abbiamo tutti in casa. Ma per una come me, che trascorre buona parte della sua giornata sul divano (sia quando lavora al computer che nei momenti di relax), esiste investimento migliore del divano dei sogni?!
Quindi vi prego, lasciatemi fantasticare ancora un po’…

Togo_1e2

Togo_6

Togo_4e5

Al di là dell’estatica, altrettanto importante sia chiaro, non esiste nulla di peggio di avere in casa un divano scomodo.
Noi della piccola casa sappiamo bene cosa significa, per oltre un anno ci siamo adattati a scandire ogni momento di riposo casalingo in un divano letto sco-mo-dis-si-mo (ancora adesso mi vengono i brividi a pensaci). Da quando abbiamo acquistato quello nuovo, passarci del tempo è diventato un vero e proprio piacere, lontani ormai da scomodi mal di schiena e dolorose strutture in ferro.
Abbiate quindi sempre cura nel scegliere quello giusto o nel desiderare quello perfetto, anche se purtroppo molto lontano dal budget! 🙂

Continue Reading