Spunti e Virgole | Wishlist
592
archive,category,category-wishlist,category-592,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Caro Babbo Natale…

Ci siamo, mi ci è voluto un po’ ma la lista per Babbo Natale è finalmente pronta!
È perido perfetto per esprimere qualche desiderio e chi lo sa, nel caso lui mi stia leggendo, anche per esaudirlo… 😛

Mi sento di dire che sono stata discretamente buona quest’anno e che, nonostante il mio (qualche volta) caratteraccio, le persone che mi sono accanto, l’hanno fatto con amore e tolleranza. Non è forse questo il regalo più grande di tutti?!

La lontananza dalla piccola casa è ormai agli sgoccioli ed io mi sto mentalmente preparando a tutti i piccoli cambiamenti che apporterò al mio rientro. La distanza non ha mai smesso di farmi frullare idee nella testa che ora è proprio il momento di mettere in pratica – non ovviamente senza l’aiuto di qualche generosissimo dono che finirò, già lo so, per farmi da sola.
Ci sono in ballo anche progetti un pochino più esosi, come una nuova libreria ed il dramma di una nuova sedia intorno al tavolo (in sostituzione all’orribile orfanella IKEA bianca che ci è drammaticamente rimasta dal trasloco), ma non voglio anticiparvi niente, di quello parleremo più avanti.
Intanto eccovi qui la dolorissima ma bellissima lista dei miei desideri per questo Natale 2017.

Christmas_Wishlist1. Plaid di Hay / 2. Sottopentola di Ferm Living / 3. Canovaccio di Ferm Living / 4. Tazza di Donna Wilson
5. Maglione di H&M / 6. Paniere di Muuto / 7. Vaso di Normann Copenhagen / 8. Cuscino di Ferm Living
9. Sapone per le mani di Meraki / 10. Anfibi di Dr. Martens / 11. Fodera del cuscino di House of Rym
12. Tovaglia di House of Rym / 13. Portacandele di Ferm Living

Babbo Natale, mi raccomando, se ci sei batti un colpo!
Continue Reading

Capriccetti del 2017

Home_BannerDopo due lunghi mesi dall’inizio di questo nuovo anno, anche io sono riuscita a decidermi su quali elementi abbiano la priorità nella lista di acquisti per l’appartamento, da avere entro la fine del 2017. Ad ispirarmi è stata Camilla, la blogger di La tazzina blu, che seguo e stimo moltissimo per essere stata determinante nella scelta di aprire Spunti e Virgole.
Nella piccola casa nulla è ormai più indispensabile, dopo quasi due anni che viviamo qui, io e Andrea siamo riusciti a piccoli passi a crearci la nostra dimensione casalinga, fatta di compromessi e gusti contrastanti che qualche volte scatenano piccole discussioni o proteste nella sottoscritta. Appena entrati nella casa, come ormai già saprete, non sapevamo bene dove ci avrebbe portato questo viaggio e quanto sarebbe durato. Abbiamo dovuto creare da zero questi due locali e mezzo di appartamento, misurandoci con i classici problemi di soldi e la paura di sbagliare tutto. Tante sono state le cose che abbiamo deciso di non scegliere, rimandando temporaneamente l’opzione di alcuni indispensabili, con l’idea nel tempo di sostituirli con qualcosa di più consonsono ai nostri gusti; cominciando dal servizio di piatti e bicchieri che ci è stato dato dalla mamma di Andrea, al divano-letto scomodissimo che ci siamo portati via dalla casa in montagna, alla scelta di due delle quattro sedie attorno al tavolo, acquistate per disperazione nell’angolo delle occasioni Ikea. Essenziali che a dirla tutta non ci sono mai davvero piaciuti e che io ho finito presto per non sopportare (sedie e piatti sono tutt’ora presenti).
Ovviamente ci sono state anche cose che invece abbiamo scelto e acquistato con molto anticipo, prima ancora che la casa fosse libera; tra queste la libreria Tomado collocata sopra al divano, due sedie Ikea Janinge grigie chiare, nate dalla collaborazione con lo studio Form Us With Love di cui abbiamo preso anche il lampadario Unfold dello stesso colore.
Letto, comodini, armadi, mobili, librerie, biancheria e cornici, una casa è costruita di davvero tantissime cose e devo dire che nonostante i lavori di routine che si fanno quando si entra in una casa, la mia tesi di laurea e il lavoro di Andrea, siamo riusciti a non inciampare in acquisti così sbagliati.

Ma è proprio quando tutto sembra essere al suo posto che ci si può dedicare ai dettagli, modificando o sostituendo con la giusta calma ciò che ci ha stancati o non ci ha mai convinti fino in fondo. Piccoli desideri certo, capricci che però possono fare la differenza. Curiosi di conoscere i miei? 😛


⋆ La Eames Plastic Chair
: che andrà a sostituirsi proprio ad una delle due banali bianche.
Non esiste rivale a questa meraviglia del design e mi piace l’idea di un tavolo che si accompagna a sedie diverse tra loro, sia per colore che per stile; perfetta nel suo colore originale “basalt”, un grigio scuro che si abbina a molte altre cose in casa. Ovviamente per il basamento niente legno, solo filo d’acciaio rinforzato e cromato.

Eames_Plastic_Chair


⋆ Il servizio piatti Ikea 365+
: semplice, resistente – praticamente perfetto! Ho scelto lui per sostituire i piatti che abbiamo adesso e che con le loro decorazioni colorate sul bordo stanno cominciando davvero a diventare insopportabili.

Ikea_365+


⋆ La stampa GÅRDSUTSIKTEN dell’illustratrice Mona Johansson
: in vendita sul sito Fine Little Day, è perfetta per l’ultima grande cornice rimasta vuota nel living. Finalmente io e Andrea abbiamo trovato qualcosa che ci metta in accordo sulla scelta, ancora non mi sembra vero! 😀

Fine_Little_Day


⋆ Il copripiumino in fantasia
grid: praticamente nella mia lista dei desideri da sempre. Catsandboys soddisfa alla perfezione questa mia lunga passione, offrendo qualitativamente il materiale perfetto a cui affidare il proprio riposo.

Catsandboys_2


⋆ Un vasetto pensile artigianale
: così il gatto non ci arriva e le piante sono salve! Indispensabile per chiudere una volta per tutte il progetto bagno con il suo angolo green ed una valida scusa anche per allargare la famiglia.

Anne_Black
Non voglio prendermi la libertà di allungare troppo questa lista. Per adesso direi che è tutto! 🙂
E voi cos’avete messo nella vostra?

Continue Reading

Ottobre alle porte

Stamattina, quando mi sono svegliata alle 6.50 mi sono accorta che fuori era ancora buio. Ci ho fatto caso quando, come al solito, ho guardato dalla finestra il cielo per capire che tempo sarebbe stato.
Per me questa è la prima vera giornata d’autunno, che solitamente è una stagione che mi scivola addosso senza lasciare grandi tracce.
Quest’anno vorrei potermi ricredere a riguardo e sfruttare questo mese di transizione in preparazione al freddo.

Io e Andrea (il moroso che mi aiuta con la grafica) abitiamo nella casa di Lugano da poco piu di un anno e si sa, le case normalmente non sono mai davvero finite, ma la nostra, non lo è davvero. Il che mi rende spesso nervosa, soprattutto quando guardo le cornici vuote, o i vasi sugli scaffali senza piante.
Per quanto riguarda la piante, per fortuna mi è stata data carta bianca, mentre sulle stampe il dibattito è sempre acceso e raramente trova un tacito e tranquillo accordo. Ad ogni modo, ce l’abbiamo quasi fatta e di cornici vuote ne sono rimaste solo 2, entrambe molto grandi e questo rende la ricerca sempre molto faticosa.

Ottobre per me sarà quindi il mese delle cornici, e delle piante. Vorrei che fosse tutto pronto per quando trascorreremo lunghe domeniche sul divano e potrò guardarmi intorno con soddisfazione. Spero di poter postare presto i risultati dei desiderati acquisti. Ovviamente nella lista mi è scappato qualche altro desiderio, che magari arriverà con un pochino più di calma.

wishlist-ottobre-2016

1. Fine Little Day / 2. Zara Home / 3. Muuto / 4. Fine Little Day / 5 e 6. Depeapa / 7. MENU

Ormai è noto che nei cambi di stagione, per non incappare in qualche malanno, sia indispendabile integrare vitamine con tanta frutta e a noi manca proprio un bel cestino che colori il tavolo.
So che sarete d’accordo con me quando dico che di fodere dei cuscini non se ne hanno mai abbastanza e ad essere completamente onesta io vado matta per la biancheria in generale, da qui ecco anche spiegati gli asciugamani di quel bellissimo verde salvia.
Purtroppo per il set porta sale e pepe dovrò invece aspettare, mi è stato fatto notare che li abbiamo già, e che anche se sono meno carini fanno ormai già parte della casa; io comunque continuo a sperare. 🙂

Continue Reading