Spunti e Virgole | Plywood Kitchen
1662
post-template-default,single,single-post,postid-1662,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Plywood Kitchen

Ad affiancare le ormai note cucine nere, trend di cui abbiamo già parlato e che continuerà ad essere di grande tendenza anche per tutto il prossimo anno, ci sono le cucine in legno multistrato.
Questo materiale, formato da strati di legno, diventa oggi protagonista di arredi e cucine dal carattere sostenibile; è il momento di aprire le nostre case a colori semplici, manteriali resistenti ma naturali e un’attenzione particolare verso tecniche di produzione rispettose dell’ambiente.

Già visto in moltissimi allestimenti e progetti, sia come arredo fisso che mobile, siamo finalmente pronti a portare nelle nostre abitazioni le cucine in plywood, una valida alternative a quelle più banali in legno che già conosciamo.
Non fatevi spaventare dall’apparenza, contrariamente a quanto sembri questo solido legno compensato è spesso già utilizzato nella struttura interna delle cucine in commercio, ora solo contraddistinto da un rivestimento trasparente e leggero che permetterà di trattarlo come una qualunque superficie lavabile.
Disponibile in differenti essenze, la tendenza del momento lo vuole in betulla, conosciuto per la dolcezza del colore chiaro ma ricco di riflessi rosati. Abbinato e alternato a colori o semplicemente arricchito da maniglie e piani di lavoro, scopriamo insieme alcune delle infinite possibilità che può offrire questa soluzione.

 

1. TOTAL LOOK PLYWOOD

Esageriamo? In questa variante il materiale plywood invade completamente la cucina, caratterizzando sia antine che pareti.

Plywood_2e1

 

2. PIANO DI LAVORO IN MARMO

Non è ancora il momento di abbandonare la marble mania. Il piano di lavoro in marmo è perfetto anche sulla cucina in plywood!

Plywood_4e3

 

3. PIANO DI LAVORO E PARASCHIZZI BIANCO

Il piano di lavoro con paraschizzi bianco è sicuramente la scelta giusta per i meno audaci. Con il bianco non si sbaglia mai ed è perfetto anche con le cucine in plywood.

Plywood_5e6

 

4. PLYWOOD A BLOCCHI

Tra le mie varianti preferite c’è sicuramente quella di spezzare e alternare le ante in plywood con altre colorate o bianche. Ne risulta una cucina dinamica, divertente e leggera grazie ai blocchi differenti.

Plywood_7e8

 

5. PIANO E PARASCHIZZI IN ACCIAIO

Il contrasto tra questi due materiali sembra fatto per incontrarsi in una cucina dall’aspetto industriale ma sofisticato.

Plywood_11

 

6. PARETE PARASCHIZZI ATTREZZATA IN PLYWOOD

A comporre la cucina non sono per forza i mobili contenitori, anche la parete (in questo caso in plywood) può essere sfruttata per appoggiare o appendere a vista una buona parte delle stoviglie. Sicuramente la mia soluzione preferita. 😛

Plywood_9e10

 

6. CUCINA, MOBILE E MOLTO ALTRO

Uniformare gli spazi con una struttura contenitiva è la soluzione giusta per dividere quelli più ampi o riordinare quelli più piccoli. La trendenza lo vuole così, funzionale e protagonista!

Plywood_12e13

Questo materiale ha cominciato a farsi strada in soluzioni contemporanee sempre diverse e personalizzate, raggiungendo ogni stanza della casa con risultati sempre nuovi. Se come me ne siete rimasti conquistati, vi aspetto prossimamente per un home tour piccolo piccolo che ha fatto del plywood il tema conduttore di tutta la casa! 🙂

No Comments

Post a Comment